L'Europa perde la testa

La crisi non è stata frutto del caso, ne abbiamo parlato a lungo.

Oggi in Europa, nel pieno di uno sconvolgimento economico profondo ed epocale, prende corpo in Francia una polemica sui compiti a casa degli studenti ( vedi articolo dedicato nella sezione L&L ), considerati da gran parte dei genitori francesi inutili e vessatori nel tempo pieno, insomma una specie di offesa per la libertà ... Questa polemica, a ben vedere, fornisce ad un osservatore attento la misura del delirio che avviluppa oggi molte menti, in Francia ed in giro per il mondo. Il solo dato della attenzione al tema dei compiti a casa rende evidente come siano figlie del medesimo delirio anche le recenti vicende economico-finanziarie. Insomma, la Crisi Sub-Prime è frutto della stessa follia che fa insorgere i genitori francesi contro i compiti a casa: in entrambi i casi si invocano scorciatoie !

Ma insomma, dicono i francesi, che ci pensi la scuola ad educarli, formarli e crescerli. Noi genitori, a casa, li vogliamo di ritorno svezzati e pronti per il lavoro ( se ne devono occupare le Istituzioni, suvvia, mica le famiglie, e poi - visto che il lavoro è anche un diritto - lo Stato stesso glielo deve garantire, assieme ad una lauta pensione ). Ecco.

Sulla Crisi tira un pò la stessa aria, ma questa volta la parte dei genitori la recitano gli Stati.

Le non-misure sin qui adottate contro la Crisi sono infatti la conseguenza puntuale ( certo molto più Europea che Americana ) di questo delirio. Per questo il tema dei compiti a casa va a braccetto con gli accordi di Parigi del 29 Marzo 2012: i famosi 800 miliardi per la stabilità degli Stati ! Ma perché diciamo che tutto questo è un non-senso ?

1) La Germania punta i piedi sul rigore e propone un forte abbattimento del debito ... ed ha ragione ... dal suo punto di vista

2) Gli altri Stati contestano le misure pro-cicliche e chiedono a gran voce crescita ... ed hanno ragione ... dal loro punto di vista

Possibile abbiano ragione entrambi ? Vediamo:

1) Dice bene la Germania, non si può trasformare la BCE in una vera Banca Centrale perché nell'Euro ci siamo tutti e non è possibile che alcuni Stati proseguano nel loro stile di vita spendaccione, scaricando - di fatto - su altri Paesi le conseguenze di un dissesto da loro stessi provocato, a cui non provvedono. Non fa una grinza, ragazzi. Hanno ragione !

2) Invero, gli altri Stati lamentano che politiche esclusivamente pro-cicliche ( stop al debito, giù pensioni, giù redditi in un clima di recessione ) potrebbero peggiorare la situazione, rischiando di far morire l'ammalato, anzichè curarlo. Non hanno affatto torto.

Hanno ragione entrambi, infatti, ma solo in parte.

C'è che entrambi evitano di inserire nel discorso un argomento che renderebbe questi apparenti contrasti una solida coerenza: il limite alla sovranità. Suvvia, lo capisce anche un bambino, una Moneta, senza una Banca Centrale che la governi, non ha alcun senso: è come un bastimento privo di timone, va dove tira la corrente. Ma veniamo al punto, anzi, ai due punti.

La Germania non può pensare che si possa risolvere la questione dei debiti con un tirar la cinghia duro ed indiscriminato. Questa strada - oltre ad essere ingiusta socialmente - porta alla ribellione ed al rischio di implosione politica dell'Euro. D'altro canto come fare a rendere equa la distribuzione dello sforzo di rientro dal debito, se gli Stati spendaccioni sono lasciati liberi e fuori controllo ? Ecco, è proprio questo il problema.

Insomma, se ti sei preso la polmonite non possiamo dirti che siccome è stata colpa tua, arrangiati, ti possiamo curare con la tachipirina ... nulla di più

Dovremmo invece darti un buon antibiotico ( anche costoso, non importa ), poi certamente cominceremo a controllarti: affinché tu non prenda freddo. Poi, quando sarai guarito, saremo a controllare che tu non esca di casa senza cappotto, sarebbe più logico !

La BCE potrebbe assumere il ruolo effettivo di Banca Centrale ( pagatore di ultima istanza, come si dice ) soltanto quando gli Stati aderenti all'Euro accettassero una sorta di sovranità limitata nella emissione di debito. Senza accordo, senza supervisione e controllo dei partner monetari, per capirci, nessuno Stato potrebbe emettere debito, non più. Una sorta di via libera Federale, suvvia, ed il debito - a quel punto - sarebbe garantito dalla BCE ... ( gli Euro-Bond di Tremonti ).

Lo spread non esisterebbe più

Allora si, potremmo predisporre piani di rientro seri e vivibili, sapendo che le regole sono cambiate, per tutti. Piani ragionevoli, che non trasformino le persone in esseri disperati. Piani diluiti nel tempo che prevedano contemporaneamente, ed immediatamente, una Gestione Comunitaria del Debito all'interno di un Bilancio Europeo. Tutto questo sarebbe possibile, ovviamente, soltanto all'interno di un accordo quadro che scandisse i tempi di una omogeneizzazione dei parametri economici di fondo tra i diversi Stati, quali: fiscalità, diritto del lavoro, diritto societario, regole pensionistiche, welfare.

Allora si, avrebbe senso parlare della BCE come vera Banca Centrale: a quel punto esisterebbe anche una Vera Europa. In fin dei conti ciò che occorre è un cambio strutturale, che certifichi un nuovo inizio - con nuove regole - per tutti.

Fuori da questo quadro ci sono soltanto due scenari possibili, ma nel primo come nel secondo avremo solo perdenti, nessuno vince:

caso A) la Germania mantiene le sue posizioni rigide e la politica del voto popolare liquida l'Euro ( importante l'esito delle elezioni in Francia, sono in arrivo in Italia, forse di nuovo in Grecia, poi referendum sul fiscal compact in Irlanda, l'Olanda è oggi divisa sulle misure di inasprimento fiscale ... insomma ... i populismi del tipo caro Euro stavo meglio prima sono lì che incalzano, c'è poco da scherzare ! ).

caso B) gli altri Stati ottengono un allentamento del rigore e la Germania cede alle loro pressioni: in questo caso si aprono nuovi spazi per il debito sovrano ed otteniamo una nuova, momentanea ripresa, basata però su meccanismi molto simili a quelli che hanno provocato la crisi ( nessuno parlerà di sovranità limitata - nessuno proporrà una seria riforma del sistema bancario - ci limiteremo a finanziarlo - e via dicendo ... fino al prossimo SPREAD !! ).

Non è che poi sia tanto difficile da spiegare, e nemmeno da capire, ma ... cosa volete farci, le cose più semplici ed evidenti sembrano spesso anche le più incredibili da raccontare, volete alcuni esempi nostrani ?

Lo sapete che una delle cose meglio organizzate a Napoli sono i disoccupati ?

Andatelo a dire voi che essere disoccupati non è più un lavoro, poi spiegatelo anche a quei partiti che grazie a quella precarietà rimediano voti, poi spiegatelo anche a quegli imprenditori che governano imperi in Borsa - in barba al mercato - grazie alla legge sui Patti di Sindacato ( che guarda caso nessuno abolisce, nemmeno i tecnici ... ), poi spiegatelo anche alle cooperative ( bianche e rosse ) che vendono sistematicamente mano d'opera agli Ospedali ad un prezzo ben superiore rispetto al costo in stipendi che quegli Ospedali dovrebbero sostenere se assumessero direttamente quelle persone ( di chi sono quelle cooperative ? ... di partiti e sindacati - vedi indagine Report ), poi andatelo a dire anche a tutti quei costruttori che si sono fatti d'oro reclutando immigrati clandestini  nei cantieri, grazie a controlli mai effettuati o a controllori che si voltavano dall'altra parte ( costruttori che ritroviamo nei salotti buoni, appunto col Patto di Sindacato ), e poi ancora andatelo a dire ai dipendenti della Camera, del Senato, del Quirinale, gente che guadagna stipendi impensabili e va in pensione molto prima di tutti, poi andatelo a dire a tutti quelli che si fanno venire la scoliosi - sottoscritta e certificata da una struttura medica - dopo un tamponamento da due soldi ( ovvio che le tariffe siano care ), e poi magari andatelo a dire ai tanti delle quote-latte ... che allevano le mucche come fossero macchine e producono latte estraendolo da animali che vive in modo innaturale, ed ancora spiegatelo ai tanti che fanno il doppio lavoro ( in nero ) magari come dipendenti della pubblica amministrazione ( una vera piaga ), oppure essendo collocati in cassa integrazione, oppure da esodati bancari che lavorano come promotori e ricollocano i clienti della vecchia Banca !

Dalle nostre parti funziona così da tanto tempo: ognuno si prende qualcosa, a seconda di dove può allungare le mani.

Ecco che c'è

 

 

 

CONTATORE VISITE

00165500

ON LINE

Abbiamo 58 visitatori e nessun utente online

Copyright © 2016. All Rights Reserved.